Loading posts...

Volley femminile, Serie A1: Scandicci travolge Firenze

La vittoria tanto attesa nella partita più sentita. La Savino Del Bene Scandicci conquista per la decima volta nella sua storia il derby contro il Bisonte Firenze battendo nettamente le rivali cittadine in tre set (25-18, 25-17, 25-20). Gara dominata dalla squadra di Mencarelli che, dopo un inizio di stagione complicato, rialza la testa e può guardare con fiducia ai prossimi, impegnativi, appuntamenti contro il Vakifbank, in Champions League, e Conegliano. Brusca invece la frenata di Firenze, lanciatissima fino ad oggi nelle parti alte della classifica, che viene scavalcata al secondo posto da Novara. MVP della partita Magdalena Stysiak con 21 punti.

La gara:

Nel primo set Scandicci parte forte grazie al servizio di Stysiak e scappa anche a causa della bassa percentuale in ricezione di Firenze, appena il 33%, con ben otto errori in attacco, figli del pessimo inizio della palleggiatrice del Bisonte, Laura Dijkema. Nel finale di periodo le padrone di casa rallentano pur gestendo sempre il punteggio e Malinov chiude i conti sul 25-18.

Il secondo set continua sulla falsariga del primo con Firenze distratta e Scandicci cinica, tanto da costringere Caprara a un immediato timeout per evitare la fuga delle avversarie. I richiami del tecnico però non accendono le giocatrici del Bisonte che crollano fino al 13-4 sotto i colpi di Stysiak e Stevanovic. Forti di un enorme vantaggio le padrone di casa rallentano un po’ il ritmo per rifiatare, permettendo un recupero a Firenze che si porta a -8, sfruttando una rotazione complicata della Savino del Bene, risolta dalla schiacciata della solita Stysiak. La reazione di Firenze, per quanto buona, è tardiva e il set si conclude 25-17.

Dopo due periodi dominati da Scandicci, Il Bisonte riparte con una diversa energia nel terzo, riuscendo a contenere le avversarie nelle prime fasi. Aumentano percentuali offensive e di ricezione ma il testa a testa si ferma con una nuova accelerazione di Scandicci che strappa fino al 16-11. Caprara chiama il timeout per provare a dare un’ultima scossa alle sue giocatrici ma la partita ormai è segnata e Scandicci chiude 25-20 sull’errore di Santana.

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites