Loading posts...

Calcio a 5, Champions League: l’Acqua&Sapone batte il Chrudim ma è fuori

Niente da fare. Nonostante la prima, storica vittoria nella seconda fase della Champions League di calcio a 5, l’Acqua&Sapone Unigross, campione d’Italia in carica, esce all’Elite Round dalla maggiore competizione europea per club. Il 3-0 contro i padroni di casa dell’Era Pack Chrudim regala i primi tre punti alla squadra di Tino Perez ma anche con l’improbabile sconfitta del Kairat Almaty nell’ultima gara del girone e una vittoria dell’Acqua&Sapone contro il Lida, la classifica avulsa condannerebbe in ogni caso gli abruzzesi. Non il modo migliore per festeggiare un traguardo così importante dopo una partita dominata grazie al gol del solito Bertoni e alla rete lampo di capitan Murilo, il migliore in campo insieme al portiere Stefano Mammarella, decisivo con due parate su altrettanti tiri liberi. Sabato l’ultimo impegno da onorare, consapevoli che comunque l’esperienza in Champions è stata più che positiva.

La partita

Partenza perfetta dell’Acqua&Sapone che va in vantaggio dopo appena 20 secondi, proprio come nella partita contro il Kairat Almaty: Lima batte velocemente una rimessa laterale e trova libero il capitano Murilo che di sinistro supera Lytvynenko. Al contrario della gara d’esordio con il Kairat, però, la squadra di Tino Perez non rinuncia ad attaccare e pressa alta gli avversari riconquistando spesso il pallone. Nella fase centrale del primo tempo gli abruzzesi commettono tanti falli, alcuni molto dubbi, e all’ 8’ regalano il primo tiro libero ad Antonio Bagatini, parato con un grande intervento di piede da Stefano Mammarella. Il portiere della Nazionale italiana si ripete poco più tardi sul sinistro da fuori David Drozd a sottolineare le difficoltà dell’Acqua&Sapone. A scuotere i ragazzi di Tino Perez ci pensa Luciano Avellino, bravo a liberarsi sulla fascia e lucido nel passaggio in area intercettato all’ultimo dalla difesa ceca. Dopo l’occasione creata dall’argentino, i ritmi della partita aumentano e su una palla recuperata l’Acqua&Sapone spreca un contropiede uno contro tre con un doppio salvataggio sulla riga della difesa ceca.  Da quel momento i campioni d’Italia prendono in mano la partita ma alcune parate di Lytvynenko e qualche imprecisione degli abruzzesi tengono il punteggio sull’1-0. A tre minuti dalla fine l’ERA PACK torna a rendersi pericolosa con un tiro libero sempre di Bagatini ma il suo sinistro viene parato senza problemi da Mammarella. Gol sbagliato, gol subito. Passano pochi secondi e l’Acqua&sapone trova il 2-0 con un gran destro da fuori di Bertoni che finisce sotto la traversa.

Nella ripresa gli abruzzesi iniziano subito forte con un paio di conclusioni di Lima e Murilo, entrambe fuori di poco. La pressione dell’Acqua&Sapone aumenta con il passare dei minuti e al 5’ arriva il tris per i campioni d’Italia: Avellino batte un calcio d’angolo verso la porta e Matej Slovacek la devia con la schiena sul secondo palo rendendo impossibile l’intervento del suo portiere. Come liberati dalle responsabilità, dopo aver subito il terzo gol i giocatori del Chrudim costruiscono due azioni pericolose su cui si fa trovare ancora una volta pronto Mammarella. A metà secondo tempo i cechi inseriscono il portiere di movimento, che regala un uomo in più in costruzione lasciando la porta libera, ma la difesa dell’Acqua&Sapone controlla senza problemi gli attacchi avversari. La partita prosegue senza grandi occasioni fino a tre minuti dalla fine quando Murilo guadagna un calcio di punizione da ottima posizione ma lo schema organizzato da Tino Perez non va a buon fine e il risultato resta 3-0 fino alla sirena finale.

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites