Loading posts...

Thomas Ceccon: l’asso nella manica della spedizione azzurra ai Giochi

Cinque medaglie in tre giorni. Basterebbe questo dato per descrivere la trionfale marcia di Thomas Ceccon alle Olimpiadi giovanili di Buenos Aires. Il talento vicentino è la vera sorpresa della prima settimana ai Giochi e, quasi certamente, sarà l’azzurro che riporterà più medaglie sul volo di ritorno verso Roma. 18 anni compiuti il 27 gennaio, Ceccon ha impressionato soprattutto per la capacità di adattarsi a gare diverse senza mai perdere in competitività. Dal bronzo nei 100 dorso agli argenti nei 200 misti e nei 50 dorso, passando per il terzo posto con la staffetta 4×100 stile libero e l’oro nei 50 sempre nella categoria regina.

Un filotto straordinario per questo ragazzo di 1,94, tanto sornione fuori dalla vasca quanto determinato in acqua, che fino alle Olimpiadi di Buenos Aires poteva vantare due titoli italiani nei 100 dorso e nei 200 misti oltre ad alcuni ottimi piazzamenti agli Europei di Glasgow, tutti ottenuti nel 2018, un anno che certamente farà fatica a dimenticare perché quello del definitivo salto di qualità. “Forse è arrivato il momento di gareggiare con i più grandi” ha spiegato a fine gara ai cronisti presenti in Argentina. Non superbia ma consapevolezza nei propri mezzi, fortificata dai risultati delle Olimpiadi giovanili. E non è finita, questa sera l’azzurro sarà infatti impegnato anche nella finale dei 50 farfalla, un’altra gara lampo, dove è entrato con il miglior tempo, e che non vuole farsi sfuggire per aumentare un record già straordinario. La diretta della gara, dalle 23, su Repubblica Tv Sport.

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites