Loading posts...

Calcio, Serie D: la Reggio Audace batte il Crema 2-1

Epifania dolcissima per la Reggio Audace, nata dalle ceneri della Reggiana la scorsa estate, che batte 2-1 il Crema nella prima giornata del girone di ritorno del gruppo D in Serie D. Un successo in rimonta grazie ai gol del bomber Luca Zamparo su rigore, alla tredicesima rete in stagione, e di Lorenzo Staiti, capitano dei Granata dopo l’infortunio di Spanò, a segno con un piatto sinistro sotto la traversa. Due gol in risposta al vantaggio dei lombardi, firmato da Porcino, che avvicinano la squadra di Antonioli al Modena capolista, sconfitto a sorpresa 3-0 dal Vigor Carpaneto, e riaccendono le speranze dei tifosi per una promozione diretta in Lega Pro. Ora i “cugini” sono solo a quattro punti di distanza a pari merito con la Pergolettese, vittoriosa con il San Marino.

La partita

La Reggio Audace aggredisce subito la gara e sfiora il vantaggio dopo cinque minuti con Zamparo bravo e fortunato a vincere un rimpallo ma non altrettanto lucido nel calciare. Poco più tardi i padroni di casa devono rinunciare al capitano Spanò, già in dubbio alla vigilia, fuori per infortunio. Senza una guida difensiva, i “Granata” perdono le distanze mentre il Crema guadagna campo. Dopo qualche minuto di difficoltà i padroni di casa tornano in controllo e sfiorano il vantaggio prima con Alvitrez che colpisce la parte esterna della rete su punizione, poi con il destro di Ponsat, di poco a lato. Nel momento di maggiore spinta della Reggio Audace, però, è il Crema a passare in vantaggio con il quarto gol in campionato di Porcino, bravo a liberarsi in area e colpire di testa su cross di Radrezza. Incolpevole Rossi, battuto da due metri. Passano pochi minuti e il Crema sfiora il raddoppio ma Ferrari colpisce la traversa a pochi passi dalla linea di porta. Il gol sbagliato dagli avversari scuote la Reggio Audace che trova il pareggio al 38’. Cross dalla sinistra per Ponsat che viene leggermente spinto da Radrezza conquistando un prezioso calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Luca Zamparo che spiazza Marenco e sale a 13 in campionato. Due minuti più tardi è sempre il bomber dei “Granata” a guidare la squadra in contropiede, servizio al centro per Masini che calcia di prima dall’altezza dell’area piccola ma trova un prodigioso Marenco che devia sulla traversa . Prima dell’intervallo Pagano del Crema riesce a segnare su papera di Rossi ma l’arbitro annulla perché il pallone era uscito dal campo.

Il primo squillo della ripresa è del Crema con Davide D’Appolonia che prova con il destro a giro ma trova pronto Rossi nella deviazione a terra. Dopo una lunga fase di partita a ritmi bassi, al 65’ la Reggio Audace torna ad essere pericolosa: Alvitrez recupera palla, serve Zamparo che di prima va da Staiti ma il sinistro del capitano finisce molto lontano dallo specchio della porta. Cinque minuti più tardi la difesa del Crema buca l’intervento e Zamparo si trova a tu per tu con Marenco ma il portiere si lancia sul pallone e devia il tiro in angolo. Le due occasioni sprecate non demoralizzano i padroni di casa che continuano a spingere e sfiorano ancora una volta il 2-1 dopo un flipper in area di rigore con Ponsat. All’80’ Antonio Broso controlla in area, scarta il portiere ma non potendo più arrivare sul pallone si lascia cadere guadagnando solo un giallo per simulazione. Quando la partita sembra viaggiare verso il pareggio, la pressione della Reggio Audace dà i suoi frutti grazie al sinistro di Staiti che riceve da Belfasti e spedisce il pallone sotto la traversa. Nel recupero il capitano è ancora protagonista, questa volta in negativo prendendosi il secondo giallo per aver buttato via il pallone. Al triplice fischio è festa grande per la squadra di Antonioli: il Modena è più vicino.

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites