Loading posts...

Calcio, Serie D: stop Lanusei a Trastevere

Il Trastevere rialza la testa. Dopo due sconfitte consecutive, la squadra romana torna alla vittoria e lo fa in grande stile, battendo 1-0 il Lanusei, capolista del Girone G di Serie D. I sardi, frenati da tre pesanti infortuni tra cui quello del bomber Gabriele Bernardotto, non riescono mai veramente a impensierire i padroni di casa che, grazie a un gol in apertura di Emanuele Renzi e a una prestazione di grande coraggio e intensità, conquistano i tre punti e l’accesso ai playoff promozione. “Volevamo dimostrare che siamo migliori di loro – ha commentato Renzi a fine gara -. All’andata aveva vinto il Lanusei, ma stavolta siamo noi a festeggiare e abbiamo fatto capire che ce la possiamo giocare con tutti. Venivamo da due sconfitte pesanti, ma ora vogliamo finire bene e goderci questi playoff”. Questa sconfitta complica il cammino verso la Serie C dei sardi che rimangono in testa al Girone G, ma ora hanno solo due punti di vantaggio sull’Avellino, vincente in casa della Lupa Roma, e non potranno sbagliare nelle ultime due giornate.

Parte meglio il Trastevere che schiaccia gli avversari e prende d’assalto la porta difesa da Cosimo La Gorga. Due occasioni nei primi quattro minuti, su punizione, per i romani: prima Marco Sfanò calcia di poco a lato, poi il portiere dei sardi respinge la conclusione di Davide Lorusso. Dopo aver sprecato un’occasione, sempre con Lorusso, che calcia addosso a La Gorga in uscita bassa, il Trastevere passa in vantaggio. Paolo Capodaglio serve Luigi Lucchese sulla fascia, il centrocampista va sul fondo, crossa e trova Emanuele Renzi che batte a rete dal centro dell’area. Dopo il gol dei padroni di casa la partita si innervosisce e l’allenatore del Lanusei, Aldo Gardini, si fa espellere per proteste, ma i sardi entrano in partita e cominciano a prendere campo. La prima occasione arriva con Andrea Demontis che calcia da lontano e Leonardo Caruso para in tuffo. Il portiere romano si ripete, al 34′, intercettando un cross pericoloso dello stesso numero 8. Il duello tra i due si rinnova, poco dopo, quando Caruso, in uscita, anticipa Alessio Chiumarulo, lasciato solo in area, prima che l’attaccante sardo riceva un assist in profondità di Demontis.

Nel secondo tempo il Lanusei si spinge ancora in avanti e arriva subito al tiro con Luca Quatrana che, dopo aver dribblato un difensore, calcia dal limite sinistro verso il primo palo, dove c’è Caruso che devia in angolo. Al 52′ i sardi creano la migliore occasione della ripresa con capitan Pietro Ladu che, in contropiede, tira da lontanissimo e disegna una traiettoria insidiosa, ma il portiere del Trastevere è attento e respinge ancora. Dopo questa opportunità, il Lanusei non riuscirà più ad arrivare alla conclusione. Sono, invece, i romani a spingere e a rendersi pericolosi, soprattutto in contropiede. Prima è Luca Panico a scappare sulla sinistra e a mettere un cross basso sui cui, all’ultimo, interviene Paolo Bonu che chiude in angolo. Poi La Gorga para a terra su un tiro dal limite di Andrea Cardillo, al termine un’azione solitaria. Infine è Mario Larosa a entrare in area da destra, servendo Andrea Riccucci al centro, ma Quatrana, in ripiegamento difensivo, intercetta e spazza. Gli ultimi minuti sono un monologo del Trastevere che si mantiene in attacco con un lungo possesso palla che impedisce al Lanusei di ripartire e assicura la vittoria ai romani.

Nicola Petricca

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites