Loading posts...

Calcio, Trofeo Beppe Viola: Milan fermato dal Verona

Domina l’equilibrio nella prima giornata del 48° Trofeo Beppe Viola, uno dei più importanti tornei giovanili di calcio al mondo. Sotto la pioggia che scende senza sosta sul sintetico di Arco, Torino e Brøndby fanno un regalo enorme all’Atalanta, nel Girone A, pareggiando 0-0, mentre i bergamaschi battono facilmente l’Usd Arco 1895 per 6-0. Ai rigori sono poi i piemontesi a prevalere, ma questo consente loro solo di avere il vantaggio in caso di arrivo a pari punti con i danesi. Vantaggio che invece potrebbe tornare molto utile all’Hellas Verona che pareggia 2-2 con il Milan, nel Girone B, ma passa ai rigori. Nello stesso raggruppamento, infatti, la Lazio non sfonda contro la Rappresentativa Lega Nazionale Dilettanti: tra le due squadre finisce 0-0.

Milan-Verona – Molto più spettacolare il secondo incontro della giornata sul campo principale, tra Milan ed Hellas Verona. I veneti dominano il primo tempo, non concedendo spazi per le ripartenze ai rossoneri. Al 23′ i gialloblù si portano in vantaggio con Martone che sfrutta un buco della difesa milanista, controlla un lancio lungo e batte Paloschi con un preciso rasoterra. Tre minuti ed è raddoppio veronese: Nicolau serve Yeboah al limite dell’area, il ghanese si gira e calcia nell’angolo basso alla destra del portiere. Nella ripresa s’invertono i ruoli ed è il Milan a pressare impedendo ai difensori avversari di avviare la manovra. Gli sforzi dei rossoneri sono premiati al 42′ quando Capone riceve un lancio dalla difesa, si gira saltando due difensori con un tocco e anticipa l’uscita bassa del portiere in pallonetto. Al 63′ arriva anche il pareggio del Milan quando Angeli stacca di testa su calcio d’angolo, battuto dallo stesso Capone, e buca Scalera per il 2-2 definitivo. Il portiere veronese è però protagonista ai rigori, quando para il terzo tentativo dei rossoneri. I lombardi sbagliano altre due trasformazioni, mentre i gialloblù sono impeccabili e conquistano il vantaggio in classifica.

Brøndby-Torino – Spetta al Torino campione in carica aprire l’edizione 2019 del torneo contro il Brøndby. Partita accesa e, a tratti, molto nervosa, con l’arbitro che ammonisce nove giocatori ed espelle l’allenatore e un altro membro dello staff dei danesi durante il secondo tempo. Comincia meglio il Brøndby, che mostra un buon calcio fatto di possesso a palla prolungato e preciso. I danesi vanno vicini al vantaggio con due punizioni dal limite dell’area, alla mezzora: il tentativo di Andersen esce di poco, quello di Larsen è respinto dal portiere Pirola. Il Torino gioca più in verticale, sfruttando i frequenti inserimenti dell’esterno destro Favale, ma è nella ripresa che si rende più pericoloso, prendendo il controllo della partita ed entrando spesso in area avversaria. I pericoli per i danesi, però, sono pochi e così si arriva alla fine senza un vincitore. Ai rigori il Brøndby fallisce le prime due trasformazioni, mentre il Torino è impeccabile e guadagna il vantaggio in classifica.

Le altre – Situazione particolare nel Girone C, dove la rappresentativa ghanese ha dovuto rinunciare all’ultimo al torneo per problemi con i permessi di viaggio dei ragazzi. La squadra non è stata sostituita, quindi nel raggruppamento ci sono solo tre formazioni, che riposano a turno. Oggi è toccato al Parma, mentre la Spal ha sorpreso il Napoli vincendo 2-1 e portandosi in testa. Tutto regolare, invece, nel Girone D dove il ChievoVerona ha battuto 3-0 la rappresentativa del Trentino e la Roma ha superato 2-1 i serbi del Partizan Belgrado.

Nicola Petricca

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites