Loading posts...

Calcio, Trofeo Beppe Viola: Atalanta, Parma, Milan e Chievo in semifinale

Due conferme e due sorprese nell’ultimo turno dei gironi al 48° Trofeo Beppe Viola, uno dei più importanti tornei under 17 al mondo. Atalanta, Parma, Milan e Chievo si qualificano per le semifinali con quattro vittorie, molto diverse tra loro, che disegnano un quadro chiaro su quali siano le favorite per il titolo (dirette dalle 13 di domenica 10 marzo su Repubblica Tv Sport). I nerazzurri di Giovanni Bosi, battono di misura 2-1 il Torino, campione uscente, ed entrano tra le migliori quattro a punteggio pieno, con 11 gol fatti e appena due subiti. Un bottino niente male che conferma la bontà del lavoro svolto dalla società di patron Percassi sui settori giovanili: risorsa fondamentale per i risultati della prima squadra nelle ultime stagioni. La gara contro i granata, senza dubbio la più dura del girone, è stata decisa dalla doppietta di Reda, una furia nei primi cinque minuti di partita. Lui, Vorlicki e Sidibe sono stati i migliori in campo, mostrando tecnica e classe da fuori categoria. Inutile la spinta granata dopo il gol del 2-1 di Favale: con una difesa del genere, l’Atalanta, a caccia del sesto titolo, non può che essere la grande favorita per il torneo.

Il primo ostacolo per i nerazzurri sarà il Parma di Claudio Gabetta, senza dubbio la sorpresa più inaspettata di questa edizione del Beppe Viola. Dopo il forfait del Ghana per problemi ai visti dei ragazzi, i ducali si sono ritrovati con Napoli e SPAL a giocarsi il passaggio del turno. La qualificazione degli azzurri era considerata quasi una formalità e invece la squadra di Massimo Carnevale, seconda in campionato, ha perso sia la prima sia la seconda gara, a vantaggio proprio del Parma che ha battuto ai rigori la SPAL nella partita più equilibrata della seconda giornata. Un vantaggio che sarebbe stato inutile senza l’impresa contro il Napoli, arrivata puntualmente grazie ai gol di Casarini, Carbone e Trezza, in un primo tempo dominato dal Parma. Ora la sfida più grande per continuare a sorprendere: conquistare la finale contro la fortissima Atalanta.

Nell’altra semifinale saranno Milan e Chievo a sfidarsi per accedere all’ultimo atto del torneo. I rossoneri, favoriti nel girone B alla vigilia, si sono qualificati all’ultimo respiro grazie a un gol quasi insperato del bomber Capone dopo una gara pazza contro la Lazio. Primo tempo molto bloccato, con pochi tiri in porta, secondo aperto dall’espulsione del portiere del Milan, Paloschi, e rigore sbagliato dai biancocelesti. Gol mangiato, gol subito: la squadra di Cristian Terni è riuscita a segnare grazie al piatto sinistro di Grassi per poi vedere tutto vanificato dal colpo di testa di Bertini e dal contemporaneo pareggio del Verona, in campo contro la Lega Nazionale Dilettanti. Nel recuperò, però, la Lazio ha spinto alla ricerca di una vittoria di prestigio scoprendosi ai contropiedi del Milan e sull’ultimo Capone ha trovato il 2-1 decisivo per passare il turno. Tutto molto più semplice, a sorpresa, per il Chievo Verona che, insieme all’Atalanta, si presenta da favorita alle semifinali grazie al poker rifilato alla Roma, testa di serie del gruppo. Bonini, Bontempi, Merci e, ironicamente, Florenzi, le firme sull’impresa della squadra di Alessandro Gaberini che ora punta a battere un’altra “grande” per volare in finale.

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites