Loading posts...

Calcio, Serie D: l’Adriese sbatte sull’Este e fallisce l’aggancio alla vetta

Occasione sprecata. L’Adriese si fa sorprendere dall’Este e non approfitta della sconfitta dell’ArzignanoChiampo per tornare in testa al Girone C di Serie D. Al Nuovo Stadio Comunale finisce 1-1 con le squadre che dominano un tempo a testa e non trovano lo spunto giusto per rompere l’equilibrio di un incontro bello e combattuto dal fischio d’inizio al termine. Ottima la prova dell’Este che cercava una vittoria per inseguire ancora il sogno playoff e invece trova un punto d’oro per tenere a distanza il pericolo playout: già nel prossimo turno potrebbe essere salvezza aritmetica. Opaca, nel primo tempo, ma combattiva e reattiva nel secondo l’Adriese, fermata solo dal portiere Alessandro Lorello in grande giornata. Per i granata c’è anche la beffa del sorpasso da parte dell’Union Feltre che infila la sesta vittoria consecutiva e si porta al secondo posto. La corsa alla promozione diretta in Serie C è sempre più incerta, con le prime tre squadre in soli due punti.

Ritmi partita subito alti, con l’Adriese che gioca in verticale e crea due occasioni nei primi sette minuti. Al 6′ Riccardo Santi scatta in profondità su servizio centrale di Grasjan Aliù, ma Lorello gli chiude la porta in uscita bassa, poi, sempre sull’asse Aliù-Santi, il capocannoniere adriese serve a centro area il numero 9 che viene anticipato all’ultimo. Al 15′ la prima conclusione estense, con Gabriel Debeljuh che si libera al limite e calcia, ma Stefan Kerezovic para in tuffo. Poi il gioco rallenta per una decina di minuti, ma al 24′ un lampo dei padroni di casa spezza la noia. Othman Chajari lancia lungo per Pietro De Giorgio che, dalla sinistra, taglia alle spalle della difesa adriese verso il centro, anticipa l’uscita di Kerezovic e calcia in rete al volo per l’1-0. Al 28′ Este vicino al raddoppio: De Giorgio si sposta sulla destra e serve Massimiliano Giusti che avanza a calcia a incrociare, fuori di poco. La migliore occasione per l’Adriese arriva al 38′, con una punizione calciata a spiovere in area, Santi prende alle spalle la difesa avversaria e calcia di controbbalzo in tuffo, ma la palla finisce alta di poco.

Nella ripresa, dopo sei minuti, entra in campo Giacomo Marangon che si rivela subito determinante. Al 53′ Alberto Boreggio prova a girarsi in area, viene steso da Nicola Panebianco e conquista un calcio di rigore che il numero 20 trasforma per l’1-1 adriese. Dopo il gol, cambia l’inerzia dell’incontro e gli ospiti prendono il controllo del gioco. Al 58′ Santi ha un’altra occasione, ma calcia sull’esterno della rete. L’Este, assente per quasi venti minuti, si rivede con Chajari che al 63′ disorienta due avversari e calcia dal limite tra le braccia di Kerezovic e al 71′ conclude di potenza da fuori area, ma la palla finisce alta. Con le squadre che si allungano e gli spazi che si aprono da entrambe le parti, all’84’ è l’Adriese ad andare vicinissima al vantaggio, ma Lorello compie un doppio intervento fenomenale chiudendo la porta a Santi, in uscita, e anticipando l’arrivo di Aliù sul rimpallo. Sempre degli ospiti è l’ultima occasione, al 90′, con Luca Nicoloso che riceve un cross in area e controlla a due passi dalla porta, ma, chiuso tra Lorello e un difensore, non riesce a concludere.

Nicola Petricca

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites