Loading posts...

Calcio a 5, Serie A: Pesaro ancora prima. Vince l’A&S

Senza pietà. Pesaro e Acqua&Sapone sconfiggono anche Latina e Came, mantenendo invariata la situazione in testa alla classifica in vista del big match di domenica, che sarà una vera e propria lotta per il primo posto. Entrambe faticano nei rispettivi incontri, l’Italservice nel primo tempo e gli abruzzesi nel secondo, ma tutte e due portano a casa tre punti importanti. Alle loro spalle, Rieti non incontra ostacoli a Padova, dove realizza una goleada contro l’Italian Coffee. Nella corsa per la salvezza, arrivano la tanto attesa vittoria per Genova che gioca una gran partita contro Catania e abbandona l’ultimo posto, e il successo sulla sirena del Lido di Ostia.

Lynx Latina (16) – Italservice Pesaro (1) 1-4

Chi l’avrebbe immaginato che la capolista Pesaro avrebbe dovuto sudare così tanto per strappare tre punti sul campo della penultima in classifica? Eppure, Latina ha tenuto testa ai campioni d’Italia per tutto il primo tempo e anche oltre. Primo tempo che si chiude sull’1-1 per i gol di Canal e Jander. Nella ripresa, Pesaro entra con un altro piglio e forza subito, trovando il nuovo vantaggio con Marchelinho dopo meno di due minuti. La Lynx rimane in partita ancora per un po’, ma il 3-1 di Tonidandel al 7′ chiude l’incontro: troppo grande il divario tecnico tra le due formazioni perché Latina possa recuperare. A 10 secondi dalla fine c’è spazio anche per la rete di Honorio. Grazie a questa vittoria, Pesaro arriva al big match di domenica, contro l’Acqua&Sapone, mantenendo la vetta e un punto di vantaggio sugli abruzzesi.

Acqua&Sapone (2) – Came Dosson (4) 7-4

L’Acqua&Sapone non sa proprio cosa sia la noia. Di certo, questa non sta di casa al Pala Rigopiano, dove il big match del 21° turno regala spettacolo dall’inizio alla fine. Gli abruzzesi e la Came Dosson se le danno di santa ragione, con sorpassi e controsorpassi, ma alla fine ad avere ragione sono i padroni di casa che respingono il tentativo di rimonta degli ospiti e portano a 12 la striscia di vittorie consecutive in campionato, superando in questa speciale classifica il Prato. Ora ne manca solo una per eguagliare il primato assoluto di successi di fila fatto segnare dalla Roma nel 2002/03 e l’appuntamento con la storia, per ironia della sorte, sarà proprio a Pesaro nello scontro al vertice. In vista di questa partita dal pronostico impossibile, con il 7-4 di oggi l’Acqua&Sapone ha mostrato ancora una volta la propria forza, prima dominando la fase iniziale dell’incontro, poi ricacciando indietro un avversario fortissimo come la Came, che era rimasto incollato all’incontro riportandosi anche avanti a metà ripresa.

Italian Coffee Petrarca (12) – Real Rieti (3) 1-8

Come il gatto con il topo. Anzi, forse in quel caso ci sarebbe stata più partita. Nello scontro con il Rieti terzo in classifica, l’Italian Coffee dura poco più di otto minuti, prima di cedere di schianto e subire gol a ripetizione. Sono tre nel primo tempo e cinque nella ripresa le reti che il Real segna in un incontro chiuso con il minimo sforzo. Fortino sfrutta la partita realizzare un’altra doppietta che ne consolida la prima posizione nella classifica marcatori, davanti a Sanna e Borruto, mentre Lukaian fa di meglio e si regala addirittura una tripletta. Nella ripresa, il Petrarca schiera il portiere di movimento per cercare di recuperare, ma finisce per favorire la goleada reatina e riesce a segnare solo una volta, sul 6-1 avversario, con Sardella. Vittoria facile, ma importante, per Rieti, che mantiene la scia di Pesaro e Acqua&Sapone e sarà spettatrice molto attenta del big match di domenica. Pessima sconfitta per l’Italian Coffee, che rimane in zona playout ma che almeno ha concluso il ciclo terribile di partite contro le prime della classifica e ora ripartirà nella rincorsa alla salvezza.

Sandro Abate Avellino (5) – Colormax Pescara (10) 5-5

Pescara non molla mai e strappa un punto importantissimo ad Avellino. Nonostante la Sandro Abate si porti in vantaggio per ben due volte, la prima per 2-0 e la seconda, addirittura, per 5-2, i campani non riescono mai a chiudere del tutto l’incontro, lasciando sempre uno spiraglio aperto in cui gli avversari si infilano in entrambi i casi. Grande prova di Kakà, per Avellino, che realizza tre gol tra primo e secondo tempo. Doppietta di Dall’Onder, per gli abruzzesi, che risponde proprio al pivot dei campani in chiusura di partita, facendo fruttare il pressing della Colormax. Inutile l’assalto finale della Sandro Abate che sbatte, a pochi secondi dalla sirena, su una parata assurda sulla linea di Mazzocchetti. Ottimo pareggio per Pescara, che però perde terreno da Mantova. Altro stop per Avellino, che interrompe la striscia di quattro sconfitte, ma non vince dal 15° turno.

CDM Futsal Genova (14) – Meta Catania (6) 5-3

Dopo averci girato tanto attorno, Genova mette a segno il colpaccio tanto atteso. Nel 21° turno, la CDM Futsal conquista la complicatissima partita contro Catania e compie un importante scatto per la salvezza. Belli, compatti ed efficaci i liguri, che comandano per tutto l’incontro e legittimano il risultato finale concedendo solo tre reti a un avversario sulla carta ben più forte. Tuttavia, la bella Meta apprezzata nel girone d’andata non c’è più e la reazione dei siciliani contro l’ultima in classifica non è sufficiente. L’ultimo a mollare, tra i siciliani, è capitan Musumeci che realizza una doppietta nel secondo tempo, ma altrettanto fa Zanella, per i liguri, chiudendo l’incontro a mezzo minuto dalla sirena e portando Genova dall’ultimo al terzultimo posto, a ridosso della zona playout.

Kaos Mantova (9) – Feldi Eboli (7) 6-2

Che fine ha fatto la Feldi Eboli? La squadra che aveva incantato nel girone d’andata non c’è più e i campani crollano a Mantova senza neanche entrare in campo. L’incontro tra Feldi e Kaos termina ancora prima di cominciare perché i campani giocano senza piglio, mentre i veneti dominano in ogni zona del campo, segnando a ripetizione. Bisogna aspettare il nono minuto del secondo tempo per vedere i campani segnare, ma a quel punto della partita Mantova è già in vantaggio per 5-0 e amministra con serenità il punteggio. Prima della fine dell’incontro c’è tempo di vedere un’altra rete per parte, ma non Eboli rientrare in gioco. Grande vittoria per i veneti che rosicchiano tre punti proprio ai campani, portandosi a ridosso della zona playoff. Brutta sconfitta per la Feldi, a cui serviranno ben altre prestazioni per mantenere la posizione.

Cybertel Aniene (13)  – Signor Prestito CMB (8) 4-4

Che partita a Roma e che punto importante strappato dalla Cybertel alla Signor Prestito. In un incontro sempre in equilibrio, i laziali compiono un altro passo importante verso la salvezza e fermano un’altra formazione di alto livello, dopo aver battuto la Came Dosson, due turni fa. È proprio l’Aniene a portarsi avanti e a chiudere in vantaggio il primo tempo, grazie a una doppietta di Sanna, tanto per cambiare. A due secondi dalla sirena, i lucani si sbloccano con Tobe ed è lo stesso numero 4 a pareggiare i conti in apertura di secondo tempo. Nella ripresa, la Signor Prestito si porta anche in vantaggio, per ben due volte, ma al gol di Zancanaro e al rigore trasformato da Sanchez (pesantissimo, perché è costato l’espulsione proprio a Sanna), risponde sempre Anas. Rischia addirittura di ribaltarla, l’Aniene, nel finale, ma a cinque secondi dalla sirena Weber effettua una parata prodigiosa e fissa il risultato sul 4-4.

Real Arzignano (15) – Todis Lido di Ostia (11) 2-3

Scatto importantissimo per il Lido di Ostia che vince lo scontro salvezza di Arzignano a soli quattro secondi dalla fine e guadagna punti fondamentali. Non è pesante, ma pesantissimo, il gol con cui Esposito, quasi sulla sirena, decide una partita equilibrata dall’inizio al termine e che sembrava destinata a finire 2-2. In effetti, un pareggio sarebbe stato il risultato giusto per quanto visto in campo, con le squadre che hanno giocato alla pari e le tante ammonizioni (tre ciascuno) a dimostrare il peso dell’incontro. Fa tutto la Todis, nel primo tempo, segnando prima nella porta avversaria, al 7′, e poi nella propria, al 12′. Il botta e risposta tra Rocha e Morillo, tra l’8′ e il 9′ della ripresa mantiene l’incontro in parità ma, proprio in chiusura, Esposito piazza la zampata  giusta e porta il Lido di Ostia a +3 sulla zona playout e +5 sul quella retrocessione, in cui resta il Real Arzignano.

I risultati del 21° turno:

Cybertel Aniene – Signor Prestito CMB 4-4

Acqua&Sapone Unigross – Came Dosson 7-4

Real Arzignano – Todis Lido di Ostia 2-3

Lynx Latina – Italservice Pesaro 1-4

Sandro Abate Avellino – Colormax Pescara 5-5

Kaos Mantova – Feldi Eboli 6-2

Italian Coffee Petrarca – Real Rieti 1-8

CDM Futsal Genova – Meta Catania Bricocity 5-3

La classifica dopo 21 turni:

Italservice Pesaro 54, Acqua&Sapone Unigross 53, Real Rieti 47*, Came Dosson 42, Sandro Abate Avellino 36, Meta Catania Bricocity 35, Feldi Eboli 33, Signor Prestito CMB 32, Kaos Mantova 29, Colormax Pescara 26, Todis Lido di Ostia 18, Italian Coffee Petrarca 15, Cybertel Aniene 14, CDM Futsal Genova 14, Real Arzignano 13*, Lynx Latina 12.

* = una partita di meno.

Nicola Petricca

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites