Loading posts...

Calcio a 5, Serie A: colpo Came a Rieti. Catania in testa

La prima volta non si scorda mai. Catania approfitta della sconfitta di Rieti per agganciare i laziali in testa alla Serie A e conquistare la vetta del campionato, dopo 10 giornate. In una stagione e mezza tra le migliori d’Italia, i siciliani non avevano mai comandato il torneo e questo risultato premia la compattezza della Meta che torna a bussare alla porta delle grandi per presentarsi come outsider per lo scudetto. Questa volta lo fa battendo 7-4 la Cybertel Aniene che a Catania oppone una bella resistenza e, dopo essere andata sotto, recupera fino al 3-3 a inizio secondo tempo, ma poi cede di schianto nella ripresa sotto i colpi di Paolo Cesaroni.  Va in vantaggio anche il Real, a Rieti, dopo soli 52″, ma basta il resto del primo tempo alla Came Dosson per ribaltare il risultato e mettere tra sé e i laziali una distanza che i padroni di casa non riusciranno più a colmare. Bella prova, quella dei veneti, che dopo un inizio di stagione molto complicato, ora stanno accumulando punti su punti e si ritrovano di nuovo ai vertici del campionato, com’era successo due anni fa, quando dominarono la regular season all’esordio in Serie A. Oltre a Came e Meta, ad approfittare del riposo di Pesaro e Signor Prestito, che non sono scese in campo per gli impegni di Champions League dell’Italservice, sono anche Feldi e Acqua&Sapone. A Eboli bastano meno di 10 minuti per piegare la debole resistenza di Latina, battuta 9-2, mai in partita e ombra della squadra che aveva battuto la Todis e impensierito Pesaro e Rieti. Gli abruzzesi superano a fatica il Lido di Ostia, a Roma, per 4-3 e, anche se non offrono la prestazione positiva che sarebbe servita per cambiare marcia dopo due turni senza vittoria, almeno ritrovano il successo.

Bella prestazione anche della Sandro Abate, che a Mantova interrompe la strisca positiva del Kaos, imbattuta dal quinto turno. Avellino vince 10-5 e mette in mostra, ancora una volta, tutto il proprio potenziale offensivo, con Dian Luka che segna quattro gol. In coda alla classifica, si sono giocati ben due scontri diretti per la salvezza. Il primo è andato alla Colormax, vincente per 5-2 sull’Italian Coffee Petrarca che non conquista i tre punti dal terzo turno di campionato. Poca storia nell’incontro di Pescara, con gli ospiti che vanno sotto per 3-0 nel giro di 12 minuti e non riescono mai a rientrare in partita. Nella seconda sfida salvezza, è il CDM Futsal Genova a trionfare sul Real Arzignano per 7-4. Succede di tutto in Liguria: gli ospiti vanno in vantaggio, poi i padroni di casa ribaltano il risultato e si portano sul 5-2, ma i veneti non mollano e recuperano fino al 5-4. A un passo dal subire un’altra beffa, però, Genova si ricompatta e chiude l’incontro con Juanillo e Andrea Ortisi.

La classifica di Serie A: Meta Catania Bricocity 22, Real Rieti 22, Feldi Eboli 21, Acqua&Sapone Unigross 20, Italservice Pesaro 19**, Came Dosson 19, Sandro Abate Avellino 18*, Signor Prestito CMB 17*, Kaos Mantova 14, Colormax Pescara 11, Lynx Latina 9, Todis Lido di Ostia 7, Italian Coffee Petrarca 7, CDM Futsal Genova 6, Real Arzignano 6, Cybertel  Aniene 3.

* una partita in meno, ** due partite in meno.

Il prossimo turno: Acqua&Sapone – Eboli, Dosson – Lido di Ostia, Aniene – Pescara, Petrarca – Genova, Pesaro – Rieti, Latina – Catania, Arzignano – Mantova, Avellino – Signor Prestito.

Nicola Petricca

Theme developed by TouchSize - Premium WordPress Themes and Websites